Io e Antibes: una storia d’amore…

Ho sognato spesso un luogo straordinario, dove sentirmi in armonia con l’universo conosciuto e sconosciuto. Antibes è quel luogo. E volendo essere generosa, ho deciso di condividere con voi qualche indirizzo prezioso. Si deve partire dal cuore, dall’anima: la vieille ville dove la città è nata. Un borgo marinaro circondato da bastioni del XVI secolo, dove convivono i pescatori e gli artisti, gli atelier d’arte e i caffé, le boutique di specialità provenzali e le bancarelle del mercato. Perdersi tra le stradine del centro è una delle cose più sensate da fare, tanto tutte le strade portano a cours Masséna e al mercato, vivacissimo eppure curato. Ci trovate i migliori prodotti gastronomici della zona, ma anche le tipiche borse di paglia provenzali (di tutte le forme e dimensioni: irrinunciabili e perfette in ogni occasione). Il sabato la piazzetta accanto al mercato si trasforma in brocantage, con tanti pezzi di arredo, bigiotteria e libri usati. Si possono trovare cose interessanti e libri che hanno una storia di vita. Non potete fare cosa migliore che sedervi a mangiare da Winenot, micro bar sul lato destro del mercato. Cosa c’è di meglio di un plateau di ostriche con un bicchiere di Muscadet? Un plateau di ostriche con un bicchiere di Muscadet e un piatto di foie gras maison. Ovvio. E dopo si va alla Gravette per un tuffo dove l’acqua è più blu. Un sorbetto da Chao Benji che fa sorbetti di frutta completamente naturali con la frutta lavorata su una plancha ghiacciata. Geniale! A cena vi consiglio Le Zinc sempre al lato del mercato: da qui passano tutti, dai vicini anche solo per un bicchiere, agli habitué ai turisti che si mettono in coda per provare l’ottima entrecote maturée, effettivamente da provare, confermo, o i deliziosi moscardini con chorizo. E poi c’è la simpatica accoglienza di monsieur Philippe Langlois, a cui non sfugge niente (gli basta guardare con l’angolo dell’occhio) e che ti fa sentire che sei proprio nel posto giusto. Un altro posto irrinunciabile è Côté Terroir, un delizioso piccolo locale con una bella veranda, dove si muove una coppia affiatata e performante, lui, Thibaud Brillon, ex chef de partie nella brigata di Yannick Alléno, nella minuscola cucina, lei, Christelle Giry, elegante e radiosa, in sala. Gusterete una cucina molto interessante che armonizza il salato e il dolce con risultati sorprendenti. Il menu cambia continuamente, ma se vi capita dovete provare il morbido di capra con verdure dell’orto, un piatto vegetariano strepitoso. Poi ovviamente i dolci: lui è Champion de France du dessert! Riguardo invece il capitolo spiagge, dicevamo La Gravette, adorabile, e solo per i duri la declinazione selvaggia con i ciottoli e il mare aperto. Poi, molto bella e confortevole (c’è anche la spiaggia per i disabili) la plage de la Salis: passano persino a pulire il mare dai rifiuti con un battello apposito. E stiamo parlando di spiagge libere! Juan-les-Pins invece ricorda molto le spiagge di Cannes e Nizza: vialoni con le palme, grandi palazzi, grandi spazi, bello ma più artificioso. Quello che è certo è che ad Antibes le spiagge libere sono molto più belle di quelle private. Una cosa impensabile per noi italiani che siamo abituati a dover pagare in certi casi persino la doccia nello stabilimento! Dimenticavo. Non mancate di andare al Museo Picasso, un pezzo della vita e della storia artistica del Maestro, che ad Antibes fu accolto con amore. Infine per le appassionate dello shopping, la segnalazione di un atelier di bijoux in argento e pietre, l’Atelier Karina Badih. Per portarsi a casa un bel ricordo…

 

 

Questa voce è stata pubblicata in missione da gourmette e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...